logotype
image1 image1 image1

La Fondazione Giorgio Gaber nasce nel 2006, proseguendo nell'attivita' svolta dall'omonima Associazione Culturale costituitasi all'indomani della scomparsa dell'artista. Gli obiettivi principali della Fondazione sono la divulgazione e la valorizzazione della figura e dell'opera dell'artista rivolta in particolare alle fasce di pubblico piu' giovane.

Dialogo IV (prosa)

 

Testo Dialogo IV (prosa) - 1972/1973

 

- Bravo, siamo sempre d’accordo, è la parte della canzone che mi piace meno
- Certo, perché tu li conosci così dal di fuori, ci sei mai stato in una fabbrica?
- Veramente no, ma che ci vado a fare in una fabbrica? Per te è un’altra cosa, una maniera di realizzarti, forse l’unica, la più giusta per te, ma per me
- E già, tu te ne stai a casa coi tuoi sentimenti, coi tuoi dolori, ti realizzi con quelli, magari ti ci crogioli dentro, te li tieni come una malattia
- Ma di che dolori parli? Non ho mica detto che mi fa male un piede. Io certo parto da dei fatti personali, che poi sono anche di altri, per arrivare alla politica attraverso di me, se no sarei astratto. Ma tu dico, tu, perché fai la rivoluzione?
- Come perché? Perché, perché ci sono un sacco di ingiustizie, perché c’è gente che sta male, che muore di fame, perché gli operai non devono essere sfruttati, non devono essere trattati come schiavi, non devono soffrire più
- Bravo Gesù
- Cosa c’entra Gesù?
- Sembri Gesù
- Voglio rovesciare le strutture, voglio liberare il lavoro. Perché sono un rivoluzionario, io
- No, sei il solito testacchione, che per sfogare le sue libidini gioca a fare il rivoluzionario, finto
- Sei tu un rivoluzionario finto
- No. Io sono rivoluzionario
- No, io sono un rivoluzionario
- No, io, mi dispiace, io sono un rivoluzionario
( suono di sirene)
- La polizia la polizia
- No no no calma, non arriva la polizia, cosa ci viene a fare qui la polizia? E’ un effetto, un effetto registrato, quali sono i casi in cui viene la polizia? Non questi, la nostra libertà di parola, è la misura della loro potenza. No voglio dire che, ti lasciano il tuo spazio libero, quello, quello che chiamano libertà, ma con questo spazio, tu non hai nessuna partecipazione, o meglio, nessuna incidenza, nel senso che non hai nessuna possibilità di sovvertire o modificare qualcosa. In poche parole, non si riesce mai a dar fastidio a nessuno
( ritornello de La libertà)

 

Dall'album Dialogo Tra Un Impegnato E Un Non So - tracce:

 

Dialogo Tra Un Impegnato E Un Non So 1972/1973 

PRIMO TEMPO

  1. Dialogo I (prosa)
  2. Un'Idea
  3. Le Cipolle (prosa)
  4. Il Signor G e l'Amore (1972/1973)
  5. Lo Shampoo
  6. La Macchina (prosa)
  7. L'Ingranaggio [prima parte]
  8. Il Pelo
  9. L'Ingranaggio [seconda parte]
  10. Dialogo II (prosa)
  11. La Presa Del Potere
  12. Gli Intellettuali (canzone-prosa)
  13. E' Sabato
  14. Noci Di Cocco (prosa)
  15. La Libertà
  16. La Bombola (prosa)

 

SECONDO TEMPO

  1. La Benda (prosa)
  2. La Caccia
  3. La Collana (prosa)
  4. Il Mestiere del Padre
  5. Lui (prosa)
  6. I Borghesi
  7. L'Amico
  8. Dialogo III
  9. Oh Madonnina Dei Dolori (1972/1973)
  10. Ci Sono Dei Momenti
  11. La Sedia
  12. Al Bar Casablanca
  13. Nixon (prosa)
  14. Gli Operai
  15. Dialogo IV (prosa)
  16. Finale 

 


 

Joomla SEF URLs by Artio

CONTATTI:

Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano (mappa)

Tel: 02 202334

Email: info@giorgiogaber.it

LINKS:

You Tube Facebook

My Space Twitter

SEZIONI:

Harari

Copyright 2015 - Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano

Sviluppo web - sviluppo sito web

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per avere maggiori informazioni riguardo ai cookie consulta la nostra Cookie Policy.Accetta