logotype
image1 image1 image1

La Fondazione Giorgio Gaber nasce nel 2006, proseguendo nell'attivita' svolta dall'omonima Associazione Culturale costituitasi all'indomani della scomparsa dell'artista. Gli obiettivi principali della Fondazione sono la divulgazione e la valorizzazione della figura e dell'opera dell'artista rivolta in particolare alle fasce di pubblico piu' giovane.

I Borghesi

 

Testo I Borghesi - 1971

 

Quand’ero piccolo non stavo mica bene 
ero anche magrolino avevo qualche allucinazione
e quando andavo a cena nel tinello con il tavolo di noce
ci sedevamo tutti e facevamo il segno della croce

Dopo un po’ che li guardavo mi si trasformavano 
i gesti preparati degli attori attori consumati 
che dicono la battuta e ascoltano l'effetto 
e io ero li come una comparsa vivevo la commedia 
anzi no la farsa.

E chissà perché durante questa allucinazione
mi veniva sempre in mente una stranissima canzone

I borghesi son tutti dei porci più sono grassi 
più sono lerci più son lerci e più c’hanno i milioni
i borghesi son tutti

Quand'ero piccolo non stavo mica bene 
ero anche molto magro avevo sempre qualche allucinazione
e quando andavo a scuola mi ricordo di quel vecchio professore 
bravissima persona che parlava in latino ore e ore

Dopo un po’ che lo guardavo mi si trasformava 
si la bocca si chiudeva stretta lo sguardo si bloccava 
il colore scompariva fermo immobile di pietra
si tutto di pietra.

E io vedevo già il suo busto davanti ad un'aiuola 
con su scritto prof. Malipiero una vita per la scuola
e chissà perché anche durante questa allucinazione 
mi veniva sempre in mente una stranissima canzone

I borghesi son tutti dei porci più sono grassi 
più sono lerci più son lerci più ci hanno i milioni
I borghesi son tutti

Adesso che son grande ringrazio il Signore
mi è passato ogni disturbo 
senza bisogno neanche del dottore
non sono più ammalato 
non capisco cosa mi abbia fatto bene
sono anche un po' ingrassato 
non ho più avuto neanche un’allucinazione

 

Mio figlio
mio figlio mi preoccupa un po'
è così magro e poi 
e poi ha sempre delle strane allucinazioni
ogni tanto viene lì mi guarda e canta
canta una canzone stranissima 
che io non ho mai sentito

I borghesi son tutti dei porci
più sono grassi e più sono lerci
più son lerci e più c’hanno i milioni
i borghesi son tutti 
mah

 

Presente negli album: 

 

Il Signor G / I Borghesi  

 

Dialogo Tra Un Impegnato E Un Non So

Dialogo Tra Un Impegnato E Un Non So (1972/1973)

  

Joomla SEF URLs by Artio

CONTATTI:

Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano (mappa)

Tel: 02 202334

Email: info@giorgiogaber.it

LINKS:

You Tube Facebook

My Space Twitter

SEZIONI:

Harari

Copyright 2015 - Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano

Sviluppo web - sviluppo sito web

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per avere maggiori informazioni riguardo ai cookie consulta la nostra Cookie Policy.Accetta