logotype
image1 image1 image1

La Fondazione Giorgio Gaber nasce nel 2006, proseguendo nell'attivita' svolta dall'omonima Associazione Culturale costituitasi all'indomani della scomparsa dell'artista. Gli obiettivi principali della Fondazione sono la divulgazione e la valorizzazione della figura e dell'opera dell'artista rivolta in particolare alle fasce di pubblico piu' giovane.

 

Testo Chissà Nel Socialismo - 1978/1979

 

Scienze politiche, mi veniste incontro una sera di maggio, ed io convinto che il mio mestiere fosse il bandolo del vero non disgiunto da un rigorosissimo intervento, vi abbracciai e appoggiai il capo sulle vostre vigorose rassicuranti mammelle.
Da voi, trassi la forza per sferrare l’attacco contro il nemico tremendo, che reprimeva da tutte le parti, che poi, diciamo la verità, era previsto che si facesse anche di più, ma che vuoi, quando sei lì ti manca la voglia non c’è neanche il terreno favorevole a un certo punto cominci a scazzare allora basta è tutto un troiaio.
 
Scegliere un lavoro è il mio problema 
ma è colpa del sistema la mia immobilità 
non mi sono ancora realizzato
nel senso che ho sprecato le mie capacità
 
E pensare che io
fosse per me chissà cosa farei
io che ho sempre fallito
con tutte quelle doti che ci avrei
 
Io sarei così adatto
per fare un bel mestiere da amatori 
chissà nel socialismo
che lavori
 
Non riesco neanche a fare l’amore 
non ho più la fantasia
con tutto quello che ci ho d’intorno 
non è colpa mia
 
È solo un fatto esterno
non riesco neanche a muovere un dito 
non si può fare più niente
sono tutto compresso 
attorcigliato sono quasi impotente.
 
E pensare che io
fosse per me chissà come sarei 
con la voglia di amare 
col potenziale erotico che avrei

Non mi sono mai espresso
non ho mai avuto donne innamorate 
chissà nel socialismo
che scopate
 
E giustamente sono anche cattivo 
mi deve avere sciupato
l’indifferenza di una mamma ostile 
ci ho l’io devastato da trauma infantile
 
È solamente mancanza di amore 
io sono buono non c’entro
se vi faccio del male non reagite 
sono debole di dentro
 
E pensare che io
fosse per me lo so cosa vorrei 
una mamma ideale
come l’immagine che ho già di lei
 
Una donna stupenda
che strappa il suo bambino dalle fiamme 
chissà nel socialismo
che mamme.
 
Scegliere una vita è il mio problema
ma è colpa del sistema la mia immobilità.

 

Dall'album Polli D'Allevamento - tracce:

 


Polli D'Allevamento 1978/1979 

 

PRIMO TEMPO

  1. Introduzione-prosa
  2. Timide Variazioni
  3. Chissà Nel Socialismo
  4. Prima Dell'Amore (prosa)
  5. L'Esperienza
  6. La Paura (prosa)
  7. La Pistola
  8. Il Vecchio (prosa)
  9. I Padri Miei
  10. I Padri Tuoi
  11. Gli Oggetti (prosa)
  12. La Festa

 

SECONDO TEMPO

  1. Situazione Donna (prosa)
  2. Eva Non E' Ancora Nata
  3. Dopo L'Amore (prosa)
  4. L'Uomo Non E' Fatto Per Stare Solo (canzone-prosa)
  5. L'Ingenuo (prosa)
  6. Polli D'Allevamento
  7. Il Palazzo (prosa)
  8. Salviamo 'Sto Paese
  9. Guardatemi Bene
  10. Il Suicidio (prosa)
  11. Quando E' Moda E' Moda
  12. Finale

 

 

Joomla SEF URLs by Artio

CONTATTI:

Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano (mappa)

Tel: 02 202334

Email: info@giorgiogaber.it

LINKS:

You Tube Facebook

My Space Twitter

SEZIONI:

Harari

Copyright 2015 - Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano

Sviluppo web - sviluppo sito web

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per avere maggiori informazioni riguardo ai cookie consulta la nostra Cookie Policy.Accetta